Questo sito utilizza i cookie anche di terze parti che ci aiutano a fornire i nostri servizi, clicca su +Info per saperne di più o negare il consenso
Continuando sul sito o premendo su OK presti il consenso all’uso di tutti i cookie
Funghi delle Serre e della Sila


Dai boschi verdi ed incontaminati della Calabria, si raccolgono i Funghi, una prelibatezza, perchè sono deliziosi e nutrienti essi erano conosciuti nel mondo antico e presenti nelle pietanze dei Babilonesi, Egiziani, Greci, Romani quest’ultimi li hanno definiti "cibo reale", anche se a volte sono mortali per chi non è esperto nelli distinguere tra commustibili e non.

Si stima che sull’Altopiano della Sila come anche sulle Serre siano presenti all’incirca 3.000 specie di funghi, ma anche sul Monte Poro troviamo questi straordinari funghi.

Il mix sole-mare-clima temperato ed infine la Pioggia ( la meno acida per eccellenza, rispetto a tutto il territorio Italiano infatti il PH dell’acqua piovana è il migliore d’Italia), ma anche la presenza dei laghi con la loro umidità e gli immensi boschi di pino, faggio e castagno,querce, che favoriscono la crescita dei funghi, tanto che la Calabria, viene considerata come la prima regione italiana nella esportazione di porcini,rositi,chiodini e galletti.

Funghi Chiodetti crescono numerosi su ceppi o tronchi di latifoglie e di vecchie conifere. E’ un fungo dal sapore ottimo, aromatico, che annerisce un po’ con la cottura.

I Funghi Galletti sono una vera specialità della cucina calabrese.

I Funghi Porcini sono tra i funghi più ricercati e meglio conosciuti tra tutti i funghi commestibili.

Crescono sotto castagni, querce, faggi, abeti. Nei boschi di latifoglie e conifere.

I FUNGHI costituiscono un’importantissima risorsa alimentare perché ricchi di sostanze nutritive varie.

Diverse specie possiedono proprietà anticancerogene, altre contribuiscono ad abbassare il livello di colesterolo nel sangue, altre ancora contengono vitamine ed amminoacidi di fondamentale importanza.

Uso gastronomico: abbinabile come condimento ad antipasti, primi piatti e contorni ma anche come conserve.

Proprietà terapeutiche: i giapponesi e i cinesi li adoperavono come farmaci per potenziare le difese dell’organismo.


Fonte: http://www.tipicimediterranei.it